LA DISCIPLINA (di Monica Portatadino)


Stiamo in fila.

Ordinati, come alunni

il primo giorno di scuola.

Acquisiamo vincoli e precetti

ai quali ci atteniamo per il bene

comune.

L’immaginario libero arbitrio

esalta il senso di appartenenza.

Illusi accoriamo per sanare

il destino.

Consci dell’inutilità del nostro sentire

confidiamo in una dignitosa rivalsa.

Loro ci osservano e godono

di tanta sudditanza

conducendo i loro corpi abbronzati

sulla scia dell’onnipotenza.