poesie


Noi non siamo più una famiglia ma siamo solo brandelli di tela e di tutto ciò che resta  di un meraviglioso dipinto strappato e straziato dalla incomprensibile  crudeltà della vita. Ciò nonostante solo la pazienza  la fede e soprattutto l’amore restano l’unico modo possibile per rattoppare  quello squarcio che si […]

L’INGRANAGGIO (di Mauro Montalto)



Entrano senza essere invitati, senza bussare. Siedono saziandosi e dissetandosi con animalesca ingordigia. Lasciando impronte sudice e avanzi d’ogni tipo. Senza un cenno, con l’uscio spalancato ritornano sui loro passi portandosi dietro bagagli colmi di irriverenza.

INSOLENZA (di Monica Portatadino)



Lastricati sotto il sole d’agosto come pigre lucertole ci crogioliamo  sulle spiagge infuocate abbandonando  per il breve tempo concesso i bui pensieri che lasciano il posto a balneari sogni con l’illusione che possano donarci una vita futura più leggera. La vita   come un ciclista in fuga corre verso il traguardo […]

AGOSTO (di Mauro Montalto)






L’odor di antiche stalle ed il pacioso  lento pascolar di ruminanti armenti nelle verdi campagne oltrepadane riporta al cuore e alla mente quelle ombre di persone care ormai passate che gioia e serenità  donarono al tempestoso spirito dello scrittor che narra  quei giorni felici in cui  nessuna nuvola turbar poteva […]

PENSIERI D’ESTATE (di Mauro Montalto)




Danzano sinuose si allontanano, si riuniscono specchiandosi sulle pareti decorate dalle crepe del tempo. Mutano, trasformate dalla luce che filtra timidamente dalle finestre sguarnite di infissi. Sembrano fondersi poi rincorrersi in un moto perpetuo. Replicando all’infinito un vorticoso girotondo senza scoraggiarsi mai.

OMBRE (di Monica Portatadino)





Aspetto sulla porta  il tuo ritorno quella porta da cui sei uscito senza salutare senza dire una parola. Aspetto sulla porta guardando  l’infinità del cielo  nell’illusione di scorgere un minuscolo punto lontano sperando che sia tu sulla strada del ritorno. Ti aspetterò sulla porta con l’ansia di un padre mentre […]

IL RITORNO(di Mauro Montalto)





Trascino giorno per giorno  la mia esistenza come fosse uno straccio togliendo la polvere  sui gradini della scala della vita. E mi domando in questa sorta  di obbligata sopravvivenza il significato ed il senso dei sacrifici fatti per raggiungere una vita decente rivelatasi poi fallimentare. Allora è forse meglio non programmare vivendo […]

RIFLESSIONI (pensiero di Mauro Montalto)


Ci siamo rotolati su prati bianchi di minuscole margherite. Distesi abbracciati sopra la rena ancora torrida nelle notti di agosto. Costruendo solide mura per proteggerci dalle grandinate improvvise quando tutto si tinge di inusuale chiarore. Il fato ha inarcato i nostri corpi, corroso i pensieri lasciandoci in punta di piedi […]

L’IMPENNATA (di Monica Portatadino)





Non voglio che la noia e la malinconia oscurino il tuo volto non voglio che la tristezza possa rubare  come un ladro le gioie del tuo vivere. Nei tuoi occhi  vedo riflessa  la luce della vita e nel tuo cuore  lascia che la pianta dell’amore cresca rigogliosa con le sue […]

LA SPERANZA (di Mauro Montalto)





Nell’assoluta solitudine di questa desolata campagna di marzo  oggi ho finalmente compreso. Ho compreso quanto sia stato inutile  piangere la tua assenza. Ho compreso quanto tu  sia stato troppo grande per noi il mondo non ha capito la tua complessità  non ha saputo trattenerti  e tu non hai potuto far […]

IL CIELO DI MARZO (di Mauro Montalto)








La gente oggi vuole far festa dimenticare tutti i malanni le preoccupazioni  e gli affanni. Bruciare  nel falò di carnevale ogni rogna   che fa stare male. Ma è tutto una finzione dietro ogni maschera si cela la disperazione.  Domani  tornerà tutto normale il gioco finisce e ognuno prigioniero di sé stesso […]

IL CARNEVALE (di Mauro Montalto)


E’ il perdono il sentimento più grande che rende nobile l’uomo dopo l’amore. Ci vuole grande coraggio  per amare  così come per perdonare. Amare e perdonare comportano un grande sacrificio per questo non tutti ne sono capaci.  Ma io chi sono per parlare  di questi nobili sentimenti? Non sono certo […]

IL PERDONO (di Mauro Montalto)


Discutibile il gusto disdicevole l’approccio la ragione si tramuta in oltraggio. Le voci sovrastano la sopportazione della tolleranza. Coccodrilli di pezza versano lacrime di compatimento artificiale. Liquido vischioso sotto suole di puro cuoio rende precario l’equilibrio. Poche orme impercettibile guadagnano silenziose l’uscita verso la moralità.

PROBITA’ (di Monica Portatadino)