poesie



Saltinbanco o pagliaccio Non so quale sia la mia identità La vita è come un circo Dove ognuno si esibirà. Spettatori di noi stessi, ogni giorno Al più bravo la vita applaudirà. Come in un teatro, sulla scena della vita Ognuno passerà Ma che  pena questa vita che squallore la […]

SALTINBANCO (di Mauro Montalto)




Arriva la  calda estate. Si ode  sull’argine concerto di cicale e nei fossi delle rane il chiassoso gracidare. Come è bello il mio paese nella quiete della sera circondato  da campagne e da boschi al limitar del grande  fiume in cui scorrono paciose acque fino al mare che se potessero […]

VIVA L’ITALIA (di Mauro Montalto)



È un altro giorno di un anno diverso. Nessuna lista di buoni propositi nessun sogno da realizzare. Solo il presente  in cui gettarsi senza né rete né paracadute. Sorretti da un sentimento ultraterreno che non conosce tempo e spazio e si perpetua silente incurante del beffardo destino.  

L’ANNO PERPETUO (di Monica Portatadino)




Erano bei tempi Quando attendevo Natale, in punta di piedi scrutavo il cielo di notte illuminato da miriadi di stelle e aspettavo…. Quando in piedi sulle sedie due bimbe declamavano a gran voce poesie a memoria pregustando appalusi e dolci premi adagiati su tovaglioli rossi di carta. Quando c’era la […]

IL NATALE PASSATO (di Monica Portatadino)


Per quanto dolore possano generarmi gli umani   non permetterò mai che l’odio alberghi nel mio cuore prendendone così lo scuro sopravvento. Pietà e compassione saranno le mie armi, l’amore sarà il mio scudo e con la generosità trarrò in inganno la malvagità. La tristezza infinita mi coglie tra le sue […]

PRESERVARSI (di Mauro Montalto)











Mio cognato é tornato dalle vacanze dice che ha trascorso le ferie in uno strano hotel molto confortevole, dove tutti erano vestiti di bianco. Inoltre servivano lo spumante in strane bottiglie capovolte con tubicini di plastica che andavano direttamente in corpo. L’hotel ha uno strano nome greco, si chiama HUMANITAS […]

LA VACANZA (catartica di Mauro Montalto)


Vedo…in bianco e nero. Sogno a colori, il cuore macchia rosso fuoco nel nero che inghiotte. Il mio amore per te, passione totalizzante, emozione destabilizzante. Aria rarefatta nello smog denso di un’anima contaminata. Mi purifica, mi sconcerta, mi travolge. Il tuo silenzio, la tua resa, la tua paura feriscono, affossano, […]

FUTURO RELATIVO (Monica Portatadino)


Nella cupola scura di questo cielo notturno la tua stella  brilla più delle altre. Torneranno i giorni passati, torneranno gli eroi che han calcato  campi di battaglia a ricordarci l’onore dei nostri padri, torneranno i giorni della speranza in cui eravamo felici e saremo padroni  dei nostri ricordi più cari. […]

LA PACE (Mauro Montalto)



Carboni ardenti… chiusa tra braccioli scomodi di plastica grigio scuro. Mi dibatto ingabbiata nell’ipocrisia, fiumi di parole offendo l’intelletto. Sorrisi sterili, maschere di persone indegne Il sole filtra appena dalle tende non lavate e i vetri opachi. Sogno il sole d’autunno sulla mia pelle. La mente cerca altrove il coraggio […]

I GIUSTI (Monica Portatadino)


Ci sono momenti in cui lo sguardo si perde oltre l’orizzonte. Oltrepassa quella linea sottile tra reale e l’infinitamente lontano. Il silenzio e il buio ti avvolgono, svanisci nell’immenso, rimani sospeso, legato da invisibili fili di luce (opaca). Ti lasci trascinare sempre più distante …nel niente.

NELL’INFINITO (Monica Portatadino)




Seppur l’anima reclama la quiete a cui ha diritto Ecco che trova nei tuoi occhi il giusto equilibrio Tenace risplende nell’universo Tra tuoni e tempeste Esalta la sua forza Ma senza violenza Brilla così come una stella Rimanendo fisso nel tempo Esso e ‘l’amore che dona forza in ogni cuore

SETTEMBRE (acrostico di Mauro Montalto)


La coscienza è un fatto personale. Un elemento caratteriale, lo specchio interiore di ciascuno. Possederne una e guardarsi dentro senza rifuggire lo sguardo è  privilegio di pochi. I più abbassano gli occhi, chinano appena la testa sfondando senza remore l’altrui sensibilità. Come un ariete abbattono la porta  passando oltre.

LA COSCIENZA (Monica Portatadino)


Fermarsi per un attimo rimanendo Estasiati dalla dolcezza del momento Rapiti come in un sogno Restando  in una celestiale incoscienza Ancora drogati senza fine Giorno dopo giorno come in un Oblio segnato dal nostro tempo Senza porre alcun limite alla nostra follia Tu ed io Oltre ogni umana immaginazione di  […]

FERRAGOSTO (acrostico di Mauro Montalto)