LA POLITICA (di Mauro Montalto)


La politica

e una malattia 

che uccide la democrazia

è come un cancro

che consuma l’ammalato

fino all’ultimo suo stadio.

Come madre maligna

partorisce i figli suoi

che come piattole

siedono in Parlamento

dove creano solo malcontento.

Onorevoli di nome

e non di fatto col solo scopo

di salvare la poltrona

sonnecchiano annoiati

tenendo stretta la corona.

Mentre il popolo coglione

che della situazione

se n’è fatto una ragione

spera solo nella prossima elezione.

La politica 

è una malandrina

che all’occorrenza

si trasforma nella più spregevole 

assassina ed il politico ladrone

che conosce 

e sfrutta la situazione 

mentre il popolo si lagna

ride e si prepara

per la prossima campagna.