AGOSTO (di Mauro Montalto)


Lastricati sotto il sole d’agosto

come pigre lucertole

ci crogioliamo 

sulle spiagge infuocate

abbandonando 

per il breve tempo concesso

i bui pensieri che lasciano

il posto a balneari sogni

con l’illusione che possano

donarci una vita futura

più leggera.

La vita  

come un ciclista in fuga

corre verso il traguardo

è noi la rincorriamo 

con l’inutile speranza 

di fermarla.

la morte ci attende smaniosa

in quelle braccia 

che tutti vorremmo evitare

ma da cui non possiamo scappare.

Come è bello il mare

questa luce e questo sole

pieno di vita che inonda

il mese di agosto

come sono belli i tuoi occhi

come è bella la vita.