IL RITORNO(di Mauro Montalto)


Aspetto sulla porta 

il tuo ritorno

quella porta

da cui sei uscito

senza salutare

senza dire una parola.

Aspetto sulla porta

guardando 

l’infinità del cielo 

nell’illusione di scorgere

un minuscolo punto lontano

sperando che sia tu

sulla strada del ritorno.

Ti aspetterò sulla porta

con l’ansia di un padre

mentre tua madre

col volto segnato dal tempo

muta ed instancabile

fissa ogni angolo della casa

segnato dalla tua impronta.

Ti aspetterò 

con la pazienza necessaria 

fin quando il tempo

non mi sarà tolto

ti aspetterò 

fino a quando non avrò pace

ti aspetterò sulla porta

tutto il resto

poco importa.