ABRUZZO (Mauro Montalto)


Il vento sferza
Le rosse  guance
Mentre il nero sguardo
degli occhi tuoi accesi
scruta le aspre  e severe
valli D’Abruzzo

S’ode nelle campagne
Il suono di armoniose
Campane rupestri
E il ruminar
di armenti paciosi
Donar serena pace
Alle umane menti

La neve cade padrona
E ricopre leggera
Prati  e  distese
Smorzando  il sordo rumore
Di questo  crudele dolore